Istituto per la Storia della Resistenza e dell'Età contemporanea della Provincia di Forlì-Cesena

Partigiani nell'appennino forlivese ottobre 1944.
Ricerca
   
   
«Partigiani nell'appennino forlivese ottobre 1944.»
homepage

 

 

 

 

 

 

Da quest'anno in sede di dichiarazione dei redditi si può devolvere

il 2x1000 ALL'ISTITUTO PER LA STORIA DELLA RESISTENZA E DELL'ETA' CONTEMPORANEA DELLA PROVINCIA DI FORLI'-CESENA.

Basta indicare IL CODICE FISCALE dell'Istituto Storico: 80008470405.

 

 

Gli inventari dei fondi d'archivio conservati presso il nostro Istituto pubblicati e liberamente consultabili nel sistema informativo IBC Archivi 

 

Scopri il portale regionale

Resistenza Mappe

e naviga attraverso i percorsi della Resistenza

in Emilia-Romagna!

Dalla memoria della Linea Gotica alla cultura della non violenza e della pace
Il Coordinamento provinciale per i luoghi della memoria di Forlì-Cesena, formato dai Comuni di Bagno di Romagna, Cesena, Cesenatico, Forlì, Galeata, Meldola, Modigliana, Predappio, Premilcuore, Roncofreddo, Santa Sofia, Sarsina, Tredozio, Verghereto, dalle Comunità Montane di Forlì e Cesena, dall’Amministrazione provinciale di Forlì-Cesena, dalle Associazioni Partigiane ANPI, FIAP e FVL e dall’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena promuove dal 2006 il progetto Dalla memoria della Linea Gotica alla cultura della non violenza e della pace.
L’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena è incaricato dal Coordinamento di realizzare il progetto che valorizza i luoghi della memoria della Linea Gotica presenti nel territorio della provincia di Forlì-Cesena (Tavolicci, Pieve di Rivoschio, Ca’ Cornio, Roncofreddo) facendone oggetto di visita da parte delle scuole.

L'Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea della Provincia di Forlì-Cesena, costituitosi l’8 ottobre 1971 per iniziativa di rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale ed ex appartenenti al Comitato di Liberazione Nazionale fa parte della rete degli oltre 60 istituti storici diffusi sul territorio italiano, coordinati dall'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia.

Annovera tra i suoi soci istituzionali, oltre all'Amministrazione Provinciale, 28 Comuni e l’Università di Bologna. Gli ambiti di intervento dell'Istituto sono principalmente quattro: la conservazione e la raccolta di fondi archivistici; la ricerca sui temi della Resistenza, del fascismo e, più in generale, sulla storia contemporanea; la didattica e la valorizzazione dei luoghi della memoria.

L’Istituto ha due sedi: a Forlì presso Casa Saffi e a Cesena in via Aldini 50. Oltre all'Archivio, possiede una Biblioteca ed una Emeroteca specializzate nella storia contemporanea.